La peggiore Costituzione del mondo

… o almeno tra quelle dei paesi Occidentali. Una costituzione nata dal compromesso tra due idee totalitaristiche, socialcomunismo e cattolicesimo, adottata dopo vent’anni di vita in un sistema totalitario, non poteva certo considerare il cittadino in nessun altro modo se non come suddito. A questo si aggiungano non sense e contraddizioni. D’altronde, se il sistema Italia è quello che è, a nessun livello logico non si potrebbe considerare la sua radice come esente da colpa. Voilà un veloce “florilegio”.

Art. 1: L’Italia è una repubblica democratica fondata sul lavoro.
La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione.

Tralasciando il non sense del primo comma, faccio solo notare che nel secondo con la mano destra dà ciò che con la mano sinistra toglie (nello spazio di una virgola).

Art. 8: Tutte le confessioni religiose sono egualmente libere davanti alla legge.
Le confessioni diverse dalla cattolica hanno diritto di organizzarsi secondo i propri statuti, in quanto non contrastino con l’ordinamento giuridico italiano.

Quindi, la religione cattolica può avere teoricamente norme in contrasto con l’ordinamento italiano. Ergo, non tutte le confessioni sono egualmente libere (vedi a questo proposito anche l’art. 7).

Art. 13 comma V: la legge stabilisce i limiti massimi della carcerazione preventiva.

Il mio diritto alla libertà personale, il mio diritto a non essere privato di essa prima di un regolare processo e di una condanna definitiva è nelle mani di deputati e senatori (la parte migliore del paese, vero?), anziché essere fissati almeno nelle linee guida.

Art.75 comma II: Non è ammesso il “referendum” per le leggi tributarie e di bilancio, di amnistia e di indulto, di autorizzazione a ratificare trattati internazionali.

Decisamente il mio preferito. La Costituzione spiega come, per quanto riguarda le cose davvero importanti (proprietà, libertà personale, ecc.), il cittadino italiano sia troppo stupido per esprimere serenamente la propria opinione. Meglio negargli la possibilità in radice (ma non era una repubblica democratica secondo l’art. 1?).

Nuoce gravemente alla salute

Annunci